Mercedes 300SL “Gullwing”

Ecco, questa è una di quelle auto che ti fa innamorare fin da subito. E’ una potentissima calamita al neodimio puro che attrae tutto ciò che si trova intorno a sé, e tu sei solo una miserabile spilla da balia che sta correndo a folle velocità verso il suo fulcro. E’ questione di attimi prima che avvenga l’impatto…

Dal 1954 ad oggi, la “Gullwing” (letteralmente Ali di gabbiano), ha affascinato milioni di persone di tutte le età. Nata come vettura sportiva di lusso, era la soluzione per la Mercedes Benz, in un periodo buio, dove la concorrenza spietata di Ferrari e Jaguar, non lasciava scampo, vincendo dovunque e in qualsiasi condizione. Ci voleva una rinascita per la Mercedes, qualcosa di fresco e innovativo, che riuscisse a contrastare la grandissima potenza Italo-Inglese. La risposta la fornì il giovane designer Rudolf Uhlenhaut, che in poco tempo riuscì a creare un auto estremamente elegante e raffinata, ma anche competitiva e dinamicamente perfetta.

Purtroppo per Rudolf non fu semplice creare questa meraviglia, dovette lottare con lo scarsissimo budget che aveva a disposizione. Infatti la Gullwing, venne costruita principalmente con pezzi derivati da altre auto di serie, opportunamente modificati per l’uso sportivo.

Come ha fatto quindi a vincere ogni gara a cui partecipava e ad imporsi nel mondo del motorsport? Incredibile, ma ciò che salvò la gullwing dalla rovina, furono proprio le sue ali di gabbiano! Esse, furono una scelta obbligata da parte del team di Rudolf, poichè come abbiamo detto prima, l’auto fu costruita usando tutti pezzi recuperati da altre auto di serie. Ad eccezione del telaio. Fu proprio il telaio tubolare la chiave del successo della 300SL, una soluzione sconosciuta all’epoca, ma incredibilmente resistente e soprattutto molto leggera. Oltre alle grandi doti dinamiche però, il telaio in questione era molto ingombrante e i progettisti furono costretti ad agganciare le portiere al tetto, anziché al parafango. Da questo “Inconveniente” nacquero le portiere ad ali di gabbiano.

Il miracoloso telaio consentì alla 300SL di debuttare alla Mille Miglia del 1955 vincendo nella sua categoria. Vinse il gran premio di Svezia, la coppa delle Dolomiti, Stella Alpina, poi l’anno dopo al Nürburgring ed il gran premio di Spagna.

Più il suo curriculum di vittorie si infoltiva e più la Gullwing faceva parlare di se. E visto i numerosi successi nelle competizioni, Mercedes volle creare una serie limitata della 300SL per uso stradale. Venne prodotta dal 1954 al 1957 e le vetture di serie vennero equipaggiate con motorizzazioni più “civili”, oltre alle versioni Roadster e AMG. Ecco cosa ci può essere dietro ad un auto così rivoluzionaria, anni di vittorie e successi, in parte grazie al dettaglio che l’ha resa così famosa e che ancora oggi si fa amare da tantissime persone in tutto il mondo.

Pensate che una delle 29 300SL Alloy Gullwing è stata battuta all’asta di recente, alla “modica” cifra di 4.62 Milioni di dollari!! Cifre astronomiche, ma giustificate dalla rarità dell’oggetto. Infatti questo esemplare è uno dei soli 29 esistenti al mondo, con carrozzeria totalmente in alluminio e vetri in plexiglas. Un grande esercizio di stile da parte di Mercedes, che non si è risparmiata e con questa versione ha tirato fuori il meglio di sé. Con questo sono convinto di una cosa: Mercedes ha voluto dimostrare al mondo intero, che per fare una macchina vincente in quegli anni, non serviva avere chissà quale budget. Ma bastava un idea vincente, che in questo caso bastò alla Mercedes per vincere tutto.

Sé anche voi volete portarvi a casa un pezzo di storia, ma non avete qualche milione da spendere, non vi resta altro che andare qua sotto e scegliere uno di questi modellini in scala riprodotti fedelmente a mano, scelti dal nostro team per voi. [amazon_link asins=’B00T755GZ8,B077PZS53F,B076YJL6SR,B06Y29T2DP’ template=’ProductCarousel’ store=’edonix-21′ marketplace=’IT’ link_id=’b6ddaf00-d180-11e7-a561-35db848befd1′]

Web Hosting

da non perdere assolutamente

Balente, hair of Sardinia

Il Balente nella tradizione sarda è un uomo particolarmente saggio, una persona capace e rispettata in tutto...

Il Barba Bazzo, Diego Bazoli

Tra le barbe più in vista del web e dei Social Network, abbiamo avuto l'onore di fare qualche domanda a Diego Bazoli, grande persona...

Prodotti italiani, Mr Echo by Derma Virdis

I prodotti Mr Echo incuriosiscono quando ci si imbatte nei loro profili social o nel sito, vengono presentati molto bene, cura dei dettagli e...

Tra i barbieri più seguiti in Italia, il maestro Marco Artesi

Chiunque sia appassionato di barba e barberia in generale prima o poi, che stia cercando sul web o che stia cercando tramite social network,...

crea il tuo sito con siteground

Web Hosting
Free Download WordPress Themes
Download WordPress Themes Free
Download WordPress Themes
Download WordPress Themes
ZG93bmxvYWQgbHluZGEgY291cnNlIGZyZWU=
download karbonn firmware
Download Nulled WordPress Themes
udemy free download